Segnalazione speciale Premio Scenario 2011
Compagnia ReSpirale Teatro (Bologna)
L’Italia è il paese che amo

Segnalazione speciale
Premio Scenario 2011

Compagnia ReSpirale Teatro (Bologna)
L’Italia è il paese che amo

con Veronica Capozzoli
Antonio Lombardi
Luca Serafini
Emanuele Tumolo
testi Luca Serafini
Emanuele Tumolo
regia Veronica Capozzoli


foto © Marco Caselli Nirmal

Veronica Capozzoli
via Frassinago, 22 - 40123 Bologna
cell. 392 4978370 - 333 4594663
respiraleteatro@hotmail.it
www.respirale.altervista.org (in allestimento)

 

DALLA RASSEGNA STAMPA

il manifesto”, 10 dicembre 2011
di Gianfranco Capitta

[…] Di desiderio di politica e di comprensione parlano invece i bolognesi ReSpirale con L’Italia è il paese che amo, apologo molto corporeo sugli anni novanta, denso di esperienze che corrono in cerca di una formalizzazione […]

 

controscene.corrieredibologna.corriere.it”, 10 dicembre 2011
di Massimo Marino

[…] Il bolognese ReSpirale Teatro racconta, per lampi tra la cronaca e la lirica, con interventi di musica a tutto spiano, gli anni che vanno dalla caduta del muro di Berlino al crollo delle torri gemelle. […] Scorre la nostra storia con i riflessi su giovani coscienze, tra fragili costruzioni che si disfano, abboffate nutritive approntate ai cuccioli dai genitori, insicurezze, in un continuo show, reality show, in uno spettacolo a quiz da guardare inebetiti, in cerca di una felicità banale nella disperazione, per sognare di tornare, felici, tra le cosce di mammà. […]

 

niuodeon.com”, 10 dicembre 2011
di Antonella Vercesi

[…] Un rapido viaggio sugli anni ’90 partendo dalla ruota della fortuna, passando per le discoteche al neon, insistendo su un’Italia che ha bisogno di valori ed eroi in cui credere. Morale, stare davanti alla tv, non fa bene. […] Gli attori si impegnano e comunicano un disagio riferito al passato e la volontà di procedere in una direzione positiva futura, hanno forza ed energia. […]

 

myword.it”, 14 dicembre 2011
di Renato Palazzi

[…] C'è molta sincerità […] in L'Italia è il paese che amo del gruppo bolognese ReSpirale Teatro, un tentativo di rivisitare la storia degli ultimi anni, da Tangentopoli all'attentato alle Torri Gemelle, con gli occhi di una generazione che quella storia ha soltanto potuto subirla. ReSpirale Teatro ha il pregio di essere l'unica, fra le quattro formazioni selezionate, che provi a esprimere un suo forte punto di vista sull'attuale realtà politica: l'approccio è spigliato, l'andamento sferzante ma un po' acerbo […].

iltamburodikattrin.com”, 14 dicembre 2011
di Maddalena Peluso

[…] riflessione sulla contemporaneità, dalla caduta del muro di Berlino al crollo delle torri gemelle. Tangentopoli e le soap opera, Ok il prezzo è giusto e il miracolo italiano, Notti magiche e la guerra in Libano in un lavoro che non manca di suggestioni e belle trovate […]


klpteatro.it”, 14 dicembre 2011
di Maria Vittoria Bellingeri

[…] L’italia è un paese che amo di Respirale Teatro, denuncia della retrocessione culturale politica e sociale che dagli anni Novanta ha portato a fondo l’Italia. Una caotica esplorazione dell’oggi come meccanismo del cubo di Rubik. […]

 


doppiozero.com”, 19 dicembre 2011
di Lorenzo Donati

[…] I quattro attori del collettivo ReSpirale Teatro, in L’Italia è il paese che amo, recitano frammenti di monologhi in soggettiva, in una modalità di scrittura scenica costruita per contrasti grossolani, costantemente commentati da musiche che colorano l’ambiente: una scena di fitness recitata mentre in audio si intervista Falcone, le vittorie mondiali accostate al rumore delle bombe, fino alla scena del titolo: le frasi di Berlusconi del ’94 urlate da un vocalist discotecaro. […]

 

"Hystrio",
gennaio 2012

di Roberto Canziani

[…] Mentre più impegolati nel face-à-face politico e televisivo e negli acquisti all'Ikea, e quindi succubi dei propri modelli, mi sono parsi gli emiliani ReSpirale Teatro, creatori di L'Italia è il paese che amo.

 

"vocidallasoffitta.blogspot.it", 22 aprile 2012
di Rossella Menna

[…] Una messa in scena pseudo-dadà, in cui, da un cappello immaginario riempito di citazioni dell’Italia anni ’90, la regista, Veronica Capozzoli, pesca alla rinfusa frammenti ritagliati da tanti giornali diversi e li incolla, così come saltano fuori, sulla tela bianca del palcoscenico. […]

 

"ateatro.org", 23 aprile 2012
di Giada Russo

[…] I quattro attori della giovane compagnia ReSpirale Teatro prendono spunto dall’attualità per rivisitare, attraverso veloci sequenze ironiche e travolgenti, gli ultimi decenni della storia contemporanea e rifletterci un po’ su insieme al pubblico. Qualcuno ha parlato di una scelta poco originale, eppure non sembrano essere mai abbastanza le occasioni in cui, con leggerezza e buon gusto, si parla (il che è già una conquista) della nostra storia comune prendendosi in giro, con quel pizzico di amarezza che costringe ognuno a fare i conti con se stesso e con la società intorno. […

LEGGI LE RECENSIONI INTEGRALI

Giada Russo su "ateatro.org"

Rossella Menna su "vocidallasoffitta.blogspot.it"

Roberto Canziani su “Hystrio”(scarica il pdf)

Gianfranco Capitta su “il manifesto” (scarica il pdf)

MassimoMarino su "controscene.corrieredibologna.corriere.it

Antonella Vercesi su "niuodeon.com"

Renato Palazzi su "myword.it"

Maddalena Peluso su "iltamburodikattrin.com"

Vincenzo Sardelli su "giornalemetropolitano.it

Lorenzo Donati su "doppiozero.com"

Maria Vittoria Bellingeri su "klpteatro.it"

chi siamo | storia | premio scenario | premio scenario infanzia | premio ustica per il teatro | tournees | scenario news | contatti  
  credits