premio Scenario > edizione 2015 > vincitori
2015 15a edizione

Premio Scenario 2015 15a edizione
Santarcangelo Festival Internazionale del Teatro in Piazza 45a edizione
Santarcangelo di Romagna, Lavatoio
13-14 luglio 2015


GENERAZIONE SCENARIO 2015
Vincitore Premio Scenario

Mad in Europe (Varese)
Mad in Europe - Uno spettacolo in lingua originale

 
                  
Vincitore Premio Scenario per Ustica
 

Caroline Baglioni (Perugia)
Gianni

Segnalazioni speciali
 

DispensaBarzotti (Torino)
Homologia

     
 

Mario De Masi (Montefredane - Avellino)
Pisci 'e paranza

 
 

Santarcangelo, 14 luglio 2015

La Giuria del Premio Scenario 2015 ha valutato i 12 progetti finalisti della quindicesima edizione del Premio e, nel comunicare gli esiti del suo lavoro, desidera esprimere una serie di valutazioni di carattere generale.

Dai 12 progetti finalisti è emersa una prevalenza di temi e protagoniste femminili, in particolare il tema del desiderio di maternità in rapporto con le strutture sociali, indagando i mutamenti dell’unità famigliare degli ultimi decenni, anche attingendo alle biografie personali: dalla forma antica della fiaba all’esperienza contemporanea, che si apre all’indagine sulla memoria dell’infanzia, ai matrimoni misti, alle tematiche dell’inclusione e alla varietà di solitudini del presente. Un ulteriore tema di ricerca affronta le dinamiche politiche e sociali dell’oggi: dalla rilettura di momenti cruciali della storia recente, al fenomeno delle emigrazioni, al collasso dell’utopia europea, con fughe in visioni distopiche del futuro. Sul piano delle forme e dei linguaggi, si rileva un’ampia varietà di stili, estetiche poetiche: il gesto coreografico, il lavoro sulla parola e sulle lingue, le accentuazioni iconografiche, gli assoli e le composizioni corali. Fra i tratti comuni sono emersi la scrittura originale, collettiva o autoriale, la frontalità come ricerca di un dialogo diretto con lo spettatore, la decostruzione degli statuti narrativi.

In generale, la giuria riscontra gli effetti di una difficoltà del sistema teatrale italiano che si riverbera sui progetti delle giovani generazioni, dando luogo a incertezze e fragilità.

Ai progetti finalisti la Giuria desidera ricordare il valore della loro presenza in finale: un risultato che si deve ritenere tale in sé e che è stato valorizzato dall’ampia partecipazione degli spettatori, fra i quali non sono mancati critici e operatori, con la compatta presenza dei soci dell’Associazione Scenario. In particolare, la Giuria ha apprezzato l’attenzione degli artisti non solo alla presentazione dei propri spettacoli, ma anche alle proposte degli altri concorrenti: buona premessa per un rapporto che, nel corso del tempo, si può consolidare facendosi rete di collaborazione artistica, contribuendo alla creazione di una comunità teatrale partecipe e solidale.

La giuria ribadisce, insieme all’Associazione Scenario, l’importanza della collaborazione con Santarcangelo Festival Internazionale del Teatro in Piazza 45a edizione, rafforzata dall’inserimento della finale nei giorni centrali del Festival e dalla presentazione dei vincitori del Premio Scenario e del Premio Scenario per Ustica all’interno della programmazione.

Ed esprime un sentito ringraziamento ai tecnici coordinati da Salvo Di Martina che, con il loro lavoro, hanno reso possibile la presentazione di 12 progetti nell’arco di due giorni. Un ringraziamento inoltre ad Anna Fantinel e Andrea Massironi per l’organizzazione, a Federico Tovani per la documentazione video, e allo staff del festival, che ha garantito le condizioni ottimali per la visione dei lavori.

la Giuria
Antonio Calbi, presidente
Silvia Bottiroli
Stefano Cipiciani
Serena Sinigaglia
Cristina Valenti

 

La Giuria proclama progetto vincitore del Premio Scenario 2015:

MAD IN EUROPE – UNO SPETTACOLO IN LINGUA ORIGINALE di Mad in Europe (Varese)
Angela Demattè dimostra maturità di scrittura scenica sostenuta dall’invenzione di un personaggio alla deriva e dalla ricerca di una lingua capace di raccontarlo. La frammentazione dell’interiorità di una donna si fa metafora della crisi dell’utopia europea: la scissione fra maternità, religione e ruolo sociale si rifrange nel mescolamento delle lingue dando vita all’ossimoro di una koiné babelica.

La Giuria proclama progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015:

GIANNI di Caroline Baglioni (Perugia)
Colpisce la trasformazione di un materiale biografico intimo e drammatico in un percorso personale di ricerca performativa: la traccia audio originale di un’esistenza spezzata, come il testamento beckettiano di Krapp, ispira una partitura fisica, gestuale, coreografica in un efficace gioco tra due ambiti scenici che si rivelano anche esistenziali. Un lavoro sulla memoria individuale capace di creare uno spazio di comprensione ed empatia che scuote lo spettatore.


Le Segnalazioni Speciali del Premio Scenario 2015 vanno ai seguenti progetti (in ordine di presentazione alla Finale):

Segnalazione speciale al progetto

HOMOLOGIA di DispensaBarzotti (Torino)
La purezza e la freschezza di una formazione giovane che esprime una profonda coesione di intenti e di prospettiva, l’approdo non scontato a un linguaggio erede della tradizione per raccontare la solitudine di un anziano in un paesaggio metropolitano osservato con poesia e trasfigurazione onirica, attraverso uno struggente gioco sul doppio. La sfida di un teatro di silenzio, senza parola che rimanda con semplicità a Beckett, Pinter, Kantor, per cercare una via contemporanea al teatro di figura. Un’epifania lieve unita all’umile consapevolezza di un percorso di studio ancora in fieri.


Segnalazione speciale al progetto

PISCI ’E PARANZA di Mario De Masi (Montefredane - Avellino)
Un lavoro d’ensemble che attinge all’universo magmatico di un territorio contestualizzato dove un luogo di transito diventa limbo di esistenze ugualmente perdute e marginali. Il progetto rivela un attento uso dello spazio, che compone e scompone le relazioni fra i personaggi giocate su dinamiche di sopraffazione, violenza, ma anche improvvise solidarietà. La verità dei corpi e della lingua dona forza e poesia.

  
chi siamo | storia | premio scenario | premio scenario infanzia | premio ustica per il teatro | tournees | scenario news | contatti  
  credits